Nous sommes tous parisiens. Nous sommes tous Charlie‬.

jesuischarlieUn mercoledì di più di duecento anni fa, esattamente il 26 agosto 1789, a Parigi fu emanata la Déclaration des Droits de l’Homme et du Citoyen“: un testo giuridico straordinario, contenente appunto un elenco di diritti fondamentali dell’individuo e del cittadino; un testo che ha ispirato molte delle Carte costituzionali di tutto il mondo.

Cito solo gli articoli 1 e 11.
Art.1: “Gli uomini nascono e vivono liberi ed uguali nei diritti. Le distinzioni sociali non possono essere fondate che sull’utilità comune”.
Art. 11: “La libera comunicazione dei pensieri e delle opinioni è uno dei diritti più preziosi dell’uomo. Ogni cittadino può dunque parlare, scrivere e pubblicare liberamente, salvo a rispondere dell’abuso di questa libertà nei casi determinati dalla legge.”

Oggi, 7 gennaio 2015, sembra che la Storia si sia “ribaltata”.
Sempre a Parigi, sempre di mercoledì, alcuni uomini armati hanno attaccato la redazione del settimanale satirico francese Charlie Hebdo, uccidendo 12 persone e ferendone 10.

L’attacco assassino e abominevole contro questo giornale satirico è un attacco alla Civiltà e alla Democrazia.

Massima solidarietà ai familiari delle vittime, ai giornalisti, ai disegnatori e ai poliziotti che proteggevano la libertà di espressione.

Oggi, nous sommes tous parisiens. Et nous sommes tous Charlie‬.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.