Mamma, cosa ne pensi di Matteo Renzi?

image

«Parla troppo, però bisogna capirlo: è giovane, deve farsi strada.

A Firenze ha lavorato bene: il turismo è cresciuto; le scuole funzionano; gli aiuti agli anziani, ai disabili e ai bisognosi li ha dati; ha riconvertito il vecchio carcere (Le Murate); Palazzo Vecchio è sempre aperto con mostre, eventi ecc.

E poi…siamo sicuri che tutto quello che dice – parla bene, anche se è un po’ politicante – lo metterà in pratica? Bisogna vedere se il modello Firenze funziona poi per tutta Italia.

Un conto è amministrare un comune, un altro è amministrare un’intera nazione.

E ammettiamo che faccia bene anche per l’Italia e che il suo modello/programma è vincente: siamo sicuri che non abbia le mani legate dai vecchi marpioni della politica, del Partito e dell’apparato?!?»

Mi sa tanto che la assumo come spin doctress. Faccio male?

E poi, scusate: c’è chi, come Stefano Fassina (deputato Pd e responsabile del settore economia e lavoro nella Segreteria Nazionale del Pd), chiede consigli al cognato che lavora alle Poste; c’è chi come Raffaele Bonanni (segretario nazionale Cisl) chiede allo zio; io stamattina ho chiesto a mia mamma, 56 anni, commessa in una panetteria e casalinga a tempo libero: lo fanno Fassina e Bonanni, perché non lo posso fare anch’io?

PS: quando scrivo della “sciura Maria, casalinga di Cassina Amata di Paderno Dugnano” penso a lei e a tante altre mamme che tentano di coniugare con tantissima fatica il tempo per la famiglia e per il lavoro. E io le candiderei tutte alla Camera e al Senato.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.